Privacy, pagamenti ed eCommerce: le novità annunciate per Facebook, WhatsApp e Instagram all’F8 Zuckerberg ha dichiarato che la soci

Le novità annunciate all’F8

  • Gli utenti di Instagram saranno presto in grado di acquistare prodotti direttamente dagli influencer
  • Su WhatsApp, le aziende potranno caricare cataloghi di prodotti.
  • Nell’app di Facebook, la società sta aggiungendo il supporto per la spedizione.

Quando penso a tutti i diversi modi in cui le persone interagiscono fra loro, penso che i pagamenti siano una delle aree in cui abbiamo l’opportunità di rendere gli scambi molto più semplici“, ha detto Zuckerberg alla conferenza annuale degli sviluppatori di software “F8” di Facebook a San Jose, in California.

Alla conferenza F8, Zuckerberg e la società collegate hanno annunciato diverse nuove funzionalità di acquisto per le varie app del Facebook World. Queste nuove funzionalità fanno parte di un più ampio sforzo di Facebook per spostare l’azienda verso funzioni di eCommerce e trasferimento di denaro.

In caso di successo, la mossa potrebbe non solo rafforzare la sua attività pubblicitaria, che costituisce la quasi totalità delle sue entrate, ma potrebbe anche creare un nuovo flusso di entrate significativo nei pagamenti.

Facebook entrerà più direttamente in un mercato già dominato da altre grandi aziende tecnologiche come Apple, il cui servizio Apple Pay è una pietra miliare sulla strada per trasformarsi in una società di servizi, e dai giganti dell’eCommerce come eBay e Amazon.

Rafforzare un vecchio business e crearne uno nuovo

Alla F8 di martedì, Facebook ha annunciato tre nuove principali funzionalità di acquisto:

  • Gli utenti di Instagram saranno presto in grado di acquistare prodotti direttamente da influencer, famosi Instagrammers spesso pagati dagli inserzionisti per promuovere i prodotti nelle loro foto.
  • Su WhatsApp, le aziende saranno in grado di caricare i loro cataloghi di prodotti.
  • Nell’app di Facebook, la società sta aggiungendo il supporto per la spedizione in modo che i venditori possano inviare prodotti agli acquirenti negli Stati Uniti.

All’inizio di quest’anno, la società ha annunciato una funzione di pagamento per Instagram, e la società sta lavorando sulla tecnologia blockchain che potrebbe essere utilizzata per inviare pagamenti e garantirne la sicurezza.

Già in India, la società sta testando una funzione di pagamento di WhatsApp che viene utilizzata da 1 milione di utenti e verrà lanciata in altri paesi entro la fine dell’anno, ha dichiarato Zuckerberg. “Inviare denaro a qualcuno diventerà semplice come inviare una foto“, ha aggiunto.

La mossa potrebbe spingere le entrate di Facebook in due modi: da un lato potrebbe rafforzare il business pubblicitario, che nel primo trimestre ha generato entrate per 14,9 miliardi di dollari, pari al 99% del totale.

Parlando con gli analisti la scorsa settimana, Zuckerberg ha dichiarato che la società prevede un futuro in cui i marchi e le aziende compreranno più esposizione pubblicitaria su Facebook per incrementare le vendite attraverso le funzionalità di commercio di Facebook stesso. Geniale, no?

L’operazione sta già dando i primi frutti.

SnapTravel, una startup che consente agli utenti di prenotare hotel tramite Messenger, ha aumentato il budget pubblicitario di Facebook di oltre il 200% dal 2017 al 2018 e si aspetta di farlo di nuovo nel 2019, ha dichiarato l’amministratore delegato Hussein Fazal.

Se investiamo per portare persone in Messenger e li vediamo spendere altri soldi, ovviamente aumenteremo l’investimento in pubblicità“, ha detto Fazal alla CNBC all’F8.

Oltre a promuovere le vendite di annunci, l’attenzione di Facebook sui pagamenti potrebbe trasformarsi in un’attività simile a quella di Venmo, che è di proprietà di PayPal.

Con oltre 40 milioni di utenti attivi, Venmo sta ora generando pari a 300 milioni di dollari,  come riferito da PayPal martedì alla riunione degli investitori della compagnia.

La società genera metà di tali entrate addebitando agli utenti la possibilità di prelevare immediatamente i propri soldi, mentre l’altro 50% proviene da un mix di servizi che include commissioni di carte di credito da parte di commercianti che accettano pagamenti Venmo.

Un ecosistema da oltre due miliardi di iscritti

L’anno scorso, Facebook ha generato entrate per quasi 56 miliardi di dollari, quindi “soli” 300 milioni sono una goccia nell’oceano. Tuttavia, Facebook opera su scala molto più ampia di Venmo, rivendicando 2,1 miliardi di utenti attivi al giorno attraverso le app del suo ecosistema.

Gli aspetti legati alla privacy richiedono però un importante cambiamento nel modo di pensare dell’azienda, ma gli investitori hanno fondato motivo di essere entusiasti per le nuove opportunità di business disponibili.

Mark ha dichiarato di voler intensificare gli sforzi per trasformare Facebook in una piattaforma social focalizzata sulla privacy. Possiamo ancora fidarci, dopo gli scandali di Cambridge Analytica?

Gli aspetti legati alla privacy richiedono un importante cambiamento nel modo di pensare dell’azienda, ma gli investitori hanno fondato motivo di essere entusiasti per le nuove opportunità di business disponibili.

Iscriviti alla newsletter

Fai crescere il tuo business

Offriamo un servizio di comunicazione digitale completo che va dalla creazione del sito web allo sviluppo di una strategia di web marketing e di posizionamento sui motori di ricerca.

Altri articoli dal nostro blog

Vedi tutti